Pannello Admin
 
  Inserito in data: 29/09/2014 16:40:01  
   
Zaino giusto e attenti alla postura
 
La scuola è ormai alle porte e le famiglie sono tutte impegnate a comprare libri e zaini nuovi per i ragazzi. Dal presidente della Società italiana di ortopedia e traumatologia (Siot), Paolo Cherubino, arrivano due raccomandazioni importanti: "Non sovraccaricare troppo la schiena con uno zaino inadatto. E assicurarsi che i bambini non stiano seduti con la schiena curva".

Da una ricerca Siot emerge che tra i bambini delle elementari 5 su 10 soffrono di lombalgia. Il doppio rispetto ai loro genitori quando avevano la stessa età. E il dottor Cherubino aggiunge: “Proprio quella tra i 6 e i 10 anni è la fascia d'età più importante per lo sviluppo muscolo scheletrico e in cui la schiena dei bambini è più delicata".

Il modello più' adatto di zaino, secondo la Siot, deve essere "leggero quando è vuoto, non deve essere dotato di aperture a soffietto e deve avere ampie bretelle imbottite, cinture per essere fissato alle anche, rispetto alle quali non deve mai scendere oltre lungo la schiena, e non deve pesare più del 20% rispetto del peso del bambino. Per evitare un sovraccarico della schiena occorre evitare di indossare lo zaino su una spalla sola e cercare di appoggiarlo a terra durante il tragitto. Lo zaino ideale deve avere uno schienale imbottito, ma rigido, e spallacci morbidi. È importante che il peso non superi il 10-15% di quello corporeo. Abbiamo appurato invece che spesso si arriva a una media del 27%".

Dal presidente degli ortopedici italiani arriva anche un altro consiglio: "Se i vostri figli incurvano la schiena in avanti o lateralmente non prendetevela con gli zaini, ma probabilmente le cause sono soprattutto genetiche. Molti bambini e ragazzi oggi trascorrono diverse ore seduti davanti a uno schermo spesso con la schiena curva o distesi sul divano in posizioni “stravaganti”. Quindi per evitare problemi in futuro, la prima regola è quella di muoversi: fare attività sportiva per rinforzare i muscoli del busto (addominali, lombari, sacro-spinali) che altrimenti si rilassano e si atrofizzano, col risultato di una colonna vertebrale danneggiata e doloretti vari quando si è grandi".

Gli ortopedici consigliano, oltre all'attività fisica scolastica, uno sport settimanale, perché come aggiunge Cherubino: "Un fisico allenato sopporta meglio il peso dello zainetto e una colonna vertebrale in movimento è la prima prevenzione per il mal di schiena. Sì quindi all'attività fisica, ma senza esagerare".

 
 
 
 
 
Copyright 2004© Farmaciadamore.com. Powered by M.R.S. Solutions